Non Mi Ricordo n.5

Un'avvitatina al giorno toglie il medico di torno.Non mi ricordo di averti mai incontrato prima. Ma figurati! Come dici? Quella sera? Sulla spiaggia? Quale spiaggia? Ma dove? Ma quando? Ma vattene via, ma chi ti conosce? Ma chi ti ha mai visto prima! Guarda che chiamo il mio ragazzo, che fa palestra e ti gonfia. Ma vattene, và. Figurati se t’ho mai detto che ti amavo, ma tu sei fuori!  Ammenoché quella sera non fossi ubriaca, evabè, dai, scusa, e tu dai retta a una tipa ubriaca il bikini che dice che ti ama? Ma tu sei fuori totale, fatti vedere da uno bravo, và! Maffigurati se mi ricordo di te! Ma sei ridicolo! Ma vattene, và! Sto deficiente! Sei un deficiente! Deficiente! Ricordatelo, che sei un povero deficiente, ricordatelo bene la prossima volta che una tipa ti dice che ti ama! Un povero deficiente!

Annunci

Non Mi Ricordo n.4

Donne! Questo qui è il rimedio definitivo!Non mi ricordo minimamente. No, neanche quello. No, questo non l’ho mai visto prima. Neanche questo. Neanche. No. Neanche. Niente. Questo no, Questo neanche. Mai visto prima. Assolutamente. Macché, questo poi, mi rifiuto di credere che io… Questo no, questo no, no, no no, no, neanche questo, e questo da dove esce? Ma figuriamoci! Neanche questo, no, niente, questo poi…, questo no, questo no, questo neppure, eh, certo che se dovessi ricordarmi di tutti tutti, ma io questi non li ho mai visti, evabbè dai vediamo un po’ anche questi, che poi non si dica che almeno io ci ho provato: questo no, no, no, no, no, assolutamente no, no, no, no, no macché!, no, no, no, cioè io dovrei ricordarmi di questo?, ma va là!, no, no, no, no, no, no, no, per la carità!, pussa via!, no no no maronn quanti!, no, no, no, comincio ad essere un po’ stanco, no, no, nessuno! Non ne riconosco nessuno. Mi son dimenticato tutto, te l’avevo detto. Non mi ricordo più niente. Ma sei sicura che tutti ‘sti bambini siano figli miei?

Non Mi Ricordo n.3

L'alcolismo femminile continua a mietere le sue vittime, soprattutto se scollacciate.

No, non mi ricordo di tanti anni fa, di quando giocavamo insieme nella sabbia dell’asilo, e nemmeno mi ricordo che io facevo le piste per le macchinine con il ponte, belle, e tu arrivavi e me le pestavi tutte, e non mi ricordo neanche di quella volta che mi avevi rotto la macchinina rossa quella mia bella, e io che piangevo e mi sono arrabbiato, e ti ho tirato tanti pugni sulla testa, ma tanti, che tu sei svenuto, che poi è arrivata l’ambulanza, che poi tua madre voleva farmi espellere dalla scuola, che poi per fortuna non mi hanno fatto espellere solo perché mio padre era cugino del Direttore della Struttura Scolastica Complessa III, e non mi ricordo nemmeno che ti ho dovuto chiedere scusa di fronte a tutti solo perché tuo padre era cognato del fratello dell’assessore provinciale all’agricoltura, e come vedi alla fine non mi ricordo un sacco di cose sul tuo conto, quindi con la presente siamo a confermar Le che  la nostra azienda non ha attualmente posizioni lavorative aperte che corrispondano al Suo profilo curricolare, in sostanza vai a farti fottere da un’altra parte il mio caro Bernardo Toppicelli, firmato Direzione del Personale.

Non Mi Ricordo n.2

TpG fa brillare i pavimenti!No, non mi ricordo di quando sei andata via. Non saprei neanche dire quanto tempo è passato. Un anno, due, dieci? Non mi ricordo più niente della tua voce, dei tuoi capelli che arrotolavo con le dita. Mi sono completamente dimenticato del neo buffo che avevi dietro l’orecchio destro, e io che cercavo di descrivetelo, e tu che non capivi, mentre la primavera correva veloce come il cavallo bianco sulla spiaggia dei nostri “forse ti amo ma non sono sicuro comunque intanto vai con la pomiciata yuhuhh!”. Pensa: non mi ricordo neanche che ti piacevano le fragole con la panna. Insomma, come vedi, mi sono dimenticato di te. Sì, tutto passato, finito. Non mi ricordo neanche più come ti chiamavi.  Però mi ricordo che occupavi il bagno per delle mezzore, che madonna io ti avrei…