Potendo Poetando n.2

Vattene via, facocero molesto!Questo mio
coltellino
svizzero
multifunzione
è molto bello

E’ bello come la Venere
(quella di Milo,
non quella
capellona
della conchiglia)

Pieno di accessori
di opzioni
di strumenti
apribili a piacimento
chiudibili a piacimento

Con lui apro
gli armadietti
della piscina

Scasso
le buche delle lettere
degli altri

Taglio
le fodere dei sedili
dei treni

Incido
il mio nome
sulla corteccia di questo leccio millenario,
giusto sotto la scritta “patrimonio dell’unesco”

Minaccio
la vecchia nonna
affinché mi sganci la paghetta

Svito
le viti del cartello
“ingresso disabili”
Così
Non entrano

E’ veramente utile
Questo mio coltellino
svizzero
lucido
bastardo
infame
come me.

 

 

Annunci