Il Mio Papà n.3

Sugli edifici e sui cieli di noi, /Sulle stagioni e sui nostri perché / Scie Chimiche rapide, e un attimo che / Passerà.

Il mio papà di mestiere fa quello che mette i video dei gattini e dei cani sui siti internet dei quotidiani nazionali.

Dice che è un mestiere faticoso. Che deve vedere tutto il giorno video di gattini, di cani e bambini neonati. Centinaia di video, centinaia di foto, poi arriva alla sera a casa stanco con due occhi così, e non vuole più giocare con me alla Wii , e io ci resto male.

Dice che comunque bisogna dare qualcosa di bello da leggere, alla gente. “Non è che tutti vogliono sempre vedere Saviano o Travaglio”, dice il mio papà.

 

 

 

Annunci

Pommidori Assassini n.4

In casa mia regna il "nailon"! Ottimo anche per depilare le ascelle!L’esercito assediante era ormai allo stremo. Le mura di Gerosilemme non cedevano, i cani infedeli non si arrendevano implorando pietà, i Cristiani morivano come soldati che morivano come mosche, la sera e il buio s’apprestavano e il Cavalier Barimondo Tremebondo di Bretagnetta ormai capiva che era tutto perduto e fottuto.

Comunque, dato che ormai si trovava lì, con l’esercito macchine da assedio e tutto, fottuto per fottuto si giocò l’ultima carta: fece mettere nella cucchiara della catapulta un barattolo di pelati bello grosso e diede l’ordine di lanciarlo. Hai visto mai che.

Il barattolo seguì velocissimo il suo arco in cielo, verso le mura della Città Santa, e andò a colpire in fronte proprio il Principe Ben Jussuf Ciuf Ciuf, che lasciò questo mondo all’istante. Grida altissime di dolore si levarono dalle torri e dai camminamenti pieni di mussulmani, l’esercito infedele si sbandò, le porte furono abbattute, Gerosilemme fu presa e liberata: la Crociata era vinta.

Cosa ci facesse un barattolo da un kg di pelati San Marzano nel 1233 in Palestina, non si sa. Comunque la squadra speciale dell’FBI specializzata in Paradossi Temporali (sì, proprio quella di FlashForward) è già al lavoro.