Menare il Torrone n.3

TpG lava tutto meglio di tutto: anche la roba  fine!

Istruzioni per  ciurlare nel manico

Prima di tutto è necessario procurarsi un manico da ciurlata. Bisogna dunque rivolgersi al vostro ferramenta di fiducia, che probabilmente avrà già chiuso i battenti a causa del Brico Center che hanno aperto il mese scorso, all’uscita della tangenziale. Dunque è necessario attuare il piano B, e dirigersi verso il Brico Center.

Sarà difficile che i ragazzotti neoassunti del Brico sappiano indirizzarvi correttamente verso il manico da ciurlata che fa al caso vostro, quindi sarà meglio che velo cerchiate da solo. Prima di acquistarlo, provate una bella ciurlata, magari senza farvi vedere: ciurlare nel manico è un’attività lubrica e goduriosa che può essere scambiata per qualcosa di più riprovevole e meno fantasmagorico. Il manico è adatto se la ciurlata risulta soffice, inutile, di color violetto e lunga almeno 5 metri.

Una volta giunti a casa dovrete superare le resistenze e le curiosità dei famigli minorenni di sesso femminile (“cos’è questo?” “è un manico da ciurlare” “e a che cosa serve?”  “a ciurlare nel manico” “e cosa vuol dire?” “signorina, non è ora già di andare a letto?”) per non parlare della consorte (“ma che fai, sprechi anche i soldi così? Certo che ogni cagata che trovi su internet, tu subito la compri eh! Te la devo togliere, sta carta di credito!”)

A quel punto, visto il clima familiare ostile e controproducente, dovrete ciurlare nel manico solo di notte, lontano da sguardi indiscreti, possibilmente giù in garage o in scantinato. La ciurlata, se fatta in silenzio dà più soddisfazione, il manico dura di più, e la perdita di tempo è più efficace.

Ciurlate sempre da destra verso sinistra, con movimenti suadenti e totalmente idioti, fate salire le good vibrations. Ciurlare nel manico è un’esperienza mistica, totalmente coinvolgente, assolutamente noiosa, che va contro ogni buon senso. Il suo scopo è quello di non contribuire alla crescita del PIL, perdere tempo e sprecare energie, quasi come se fosse decrescita felice, alla faccia di tutti quelli che… “Ma, papà, cosa stai facendo con quel manico?” “EHI! E tu perché non sei a dormire? Fila subito a letto!” “Mamma, mamma, vieni a vedere cosa sta facendo papà!”