Dialoghi della conoscenza n.8


Figliolo, un giorno tutte queste scie chimiche saranno tue" "Che bello, papà: grazie!"

“Certo che, se poi adesso l’olio di palma lo mettono dappertutto, c’è un cazzo da fare”.

“Evabbè, di qualcosa bisogna pur morire.”

“Il più tardi possibile, ovviamente.”

“Tiè.” (gesto delle corna che toccano ferro e/o legno)