Monumento Lento n.2

Inaugurato ieri il monumento all’evasore fiscale, “Prode eroe dei nostri tempi”.

La solenne statua equestre rappresenta l’evasore gaudente che su una moto d’acqua fa dito medio a due finanzieri che lo rincorrono ansimanti, e nella plasticità delle forme e nella ieraticità pseudopodalica abbacchiata dei due Tutori dell’Ordine ricorda talune Deposizioni del Pontormo e del Rinascimento Pre-Alpino di Stampo Micologico.

Nell’inaugurare il monumento il sindaco non ha mancato di fare sberleffi, pernacchie e gesto dell’ombrello ai “cumunisti” presenti e remoti.

La moto d’acqua rappresentata è il modello Waverunner Yamaha FRZ SHO1800 turbo (4 cilindri, 16 valvole, 270 CV). Al dito medio dell’evasore c’è un anellazzo ispirato a quelli di Franco Califano.