Croniche Marzianiche n.6

Vedi o'cerchio quant'ebbello / ispira tanto sentimento

Adesso che su Marte è arrivato anche il rover Cinese, inizia  la vera competizione.

L’obiettivo è quello di scoprire la Vita su Marte: a tal scopo il rover cinese sfodera un sistema di sospensione attiva che potrebbe aiutarlo a muoversi sulla superficie marziana irregolare.

Perseverance ha però dalla sua ha l’efficienza della tecnologia ibrida EcoBoostHybyd, che riduce consumi ed emissioni e aumenta la potenza del motore quando necessario.

I Cinesi rispondono con gli interni realizzati con cura, e con la disposizione flessibile dei sedili che offre comfort e spazio per un massimo di cinque occupanti.

Perseverance però cià un’ampia gamma di tecnologie avanzate così utili che ti chiederai come hai potuto farne a meno prima. Tra i sistemi disponibili figurano quelli che ti consentono di rimanere connesso in vivavoce e di controllare la velocità.

I Cinesi sfoderano il loro sistema multimediale evoluto che, regolando la velocità in base alla segnaletica stradale e modulando la frenata e la ripartenza in base al traffico, rivoluzionerà la tua esperienza al volante.

Però Perseverance cià però l’elicotterino analgesico termoautonomo classe energetica A+ vicinanze area sgambamento cani. I Cinesi no.

Croniche Marzianiche n.5

A Perseverance è appena arrivata la notizia che Chiara Ferragni ha sdoganato le ciabatte con i calzini bianchi: il Rover non vede l’ora di incontrare un marziano per dirglielo, per comunicare che finalmente anche lui può andare in giro in ciabatte e calzini bianchi. Solo che di marziani finora non ce ne sono su Marte. A meno che non salti fuori Obama che vuota il sacco e che lui lo sapeva che c’erano i marziani ma non si osava dirlo.

Le Città Invivibili n. 7

Chi nasce quadrato non può morir cerchio rotondo (nel grano)

Il viandante esausto che giunge alla città di Promezia cerca solo una birra gelata, una doccia bollente e una donna completamente depilata, ma certe volte gli capita di trovare una birra completamente depilata, una doccia gelata e una donna bollente (e fin qui potrebbe andare), ma più spesso gli capita di trovare una birra bollente, una doccia completamente depilata e una donna gelata, il che non è proprio il massimo. Spesso le promesse di Promezia sono solo miraggi completamente depilati

(Ogni primo mercoledì del mese, a Promezia in Piazza Grande c’è il grande falò dei Peli Superflui).

Le Città Invivibili n.6

Dei dolori, dei dolori, dei dolori ... E un cerchio nel grano.

Giunto alla citta di Anelanta, il viaggiatore cerca disperatamente un posto per parcheggiare il suo dromedario, ma non lo trova. Il suo compagno di mille deserti e mille oasi ora non ha neanche più diritto a tre metri quadrati di asfalto morbido e pulito, magari con una ciotola di Sheba per dromerario sterilizzato. Da quando hanno messo striscie blu dappertutto, non si sa più dove mettere il dromedario.

Le Città Invivibili n.4

PM10 mio che stai sulla collinaNella scintillante città di Ezia tutti fanno veder il cammello solo se l’altro mostra la moneta. Siccome non tutti cianno spicci e anzi i pagamenti elettronic contacless si stanno diffondendo anche in quelle remote regioni desolate, i venditori di cammelli non vedono più la moneta, quindi tengono nascosto il cammello, la transazione non va a buon fine, fanno sempre meno affari, scendono in sciopero, bloccano il traffico della città, subito ottengono aiuti di categoria e sussidi statali con i quali vivacchiano senza far niente, così poi possono lasciare i cammelli lungo le piazzole delle autostrade come i cani d’estate. Nella città di Ezia il contactless uccide il business.