Le Città Invivibili n. 7

Chi nasce quadrato non può morir cerchio rotondo (nel grano)

Il viandante esausto che giunge alla città di Promezia cerca solo una birra gelata, una doccia bollente e una donna completamente depilata, ma certe volte gli capita di trovare una birra completamente depilata, una doccia gelata e una donna bollente (e fin qui potrebbe andare), ma più spesso gli capita di trovare una birra bollente, una doccia completamente depilata e una donna gelata, il che non è proprio il massimo. Spesso le promesse di Promezia sono solo miraggi completamente depilati

(Ogni primo mercoledì del mese, a Promezia in Piazza Grande c’è il grande falò dei Peli Superflui).

Le Città Invivibili n.6

Dei dolori, dei dolori, dei dolori ... E un cerchio nel grano.

Giunto alla citta di Anelanta, il viaggiatore cerca disperatamente un posto per parcheggiare il suo dromedario, ma non lo trova. Il suo compagno di mille deserti e mille oasi ora non ha neanche più diritto a tre metri quadrati di asfalto morbido e pulito, magari con una ciotola di Sheba per dromerario sterilizzato. Da quando hanno messo striscie blu dappertutto, non si sa più dove mettere il dromedario.

Le Città Invivibili n.4

PM10 mio che stai sulla collinaNella scintillante città di Ezia tutti fanno veder il cammello solo se l’altro mostra la moneta. Siccome non tutti cianno spicci e anzi i pagamenti elettronic contacless si stanno diffondendo anche in quelle remote regioni desolate, i venditori di cammelli non vedono più la moneta, quindi tengono nascosto il cammello, la transazione non va a buon fine, fanno sempre meno affari, scendono in sciopero, bloccano il traffico della città, subito ottengono aiuti di categoria e sussidi statali con i quali vivacchiano senza far niente, così poi possono lasciare i cammelli lungo le piazzole delle autostrade come i cani d’estate. Nella città di Ezia il contactless uccide il business.

Uno vale Uno (e anche meno) n. 2

Tipo ad esempio: all'epoca non c'era Whatsapp. Mi dici come facevano a condividere questa foto? Eh? Me lo spieghi? Vedi che è tutta una balla!

Ebbasta! Chepalle! Tanto mica è vero che sono andati sulla Luna. Quindi ha poco da fare il figo Piero Angela a dire in giro: “Io c’ero, ho visto tutto, mi ricordo”. Ma cosa si è fumato? Ma che film ti sei visto?

IO non c’ero, non ho visto niente, non ero neanche nato, quindi non ci credo. La tecnologia è tutta una balla. La Luna è fatta di formaggio, la terra è piatta e i bambini vaccinati da grandi votano (ops, votavano) PD.

Questo per dire che è ora che Piero Angela si trovi un lavoro da posteggiatore abusivo, e che la pianti di inoculare idee malsane negli italiani, tipo che siamo andati sulla Luna o che esiste il progresso o la tecnologia. E’ tutta una balla! Svegliati popolo bue! Apri gli occhi! Trovate un lavoro a Piero Angela!

Il figlio potete lasciarlo lì dov’è, tanto fa meno danni (parla solo di minchiate) e tutto sommato è un gran figo.

Uno vale Uno (e anche meno) n.1

Io mangio questa testa, anche se probabilmente è piena di allergeni.

Dante Alighieri è stato declassato da Sommo Poeta a Indagatore dell’Incubo nella Firenze Conformista e agitata del 1300.

Il suo declassamento da Sommo poeta è stato deciso dal M5S, secondo il principio “uno vale uno”: siccome  chiunque può mettersi di buona volontà e scrivere la Divina Commedia, non è il caso di continuare a incensare il Nasone con l’alloro in capo (che poi, l’alloro: serve per fare la grigliata, cosa c’entra metterlo in testa?)

Comunque adesso Dante ha dovuto trovarsi un lavoro serio, ed è ufficialmente un Detective di anime perse svolazzanti: Indagatore Infernale, estorce confessioni postume alle anime dei dannati e le invia sulla Terra dei Viventi, in modo che i vari “cold case” possano essere chiusi.

Tipo ad esempio che adesso s’è capito com’è andata la storia del Conte Ugolino, anche se ormai non glie ne frega più niente a nessuno, son solo passati 7 secoli e passa.