Dialoghi della conoscenza n.10

OTELLO:   Iiih! E che so’ quelle? JAGO:   Quelle sono… sono le scie chimiche… OTELLO:   E che so’ ste scie chimiche? JAGO:   Mah! OTELLO:   Quanto so’ belle, quanto so’ belle… quanto so’ belle… JAGO:   Ah, straziante meravigliosa bellezza del creato!“Certo che poi, alla fine, tocca morire poi a tutti, c’è un cazzo da fare.”

“Ma difatti.”

“Come diceva Totò, c’è la livella per tutti.”

“Sti bastardi.”

“Chi?”

“Tutti.”

“Comunque sono le cinque, io adesso stimbro, vi saluto e anche per oggi ste otto ore le abbiamo fatte passare, và!”

“Ecciairaggione.”

Annunci

Dialoghi della conoscenza n.9

"Venezia, le scie chimiche e tu..."

“Io, adesso, non è per fare uno di quelli che dicono ‘una volta, una volta, era tutta un’altra roba’, però davvero una volta le fragole sapevano di qualcosa, adesso proprio san di niente, c’è un cazzo da fare”.

“Sti bastardi.”

“Son d’accordo.”

“Ma difatti.”