Grande Opera n.2

E’ un dato di fatto che nel 2020 oltre il 90% della popolazione dei Paesini di Montagna avrà bisogno di tagliarsi le unghie dei piedi con preziosi tagliaunghie in acciaio inox 18/10 prodotti in Cina, lucidati in India, ricoperti di smalto vellutato in Bangladesh, griffati in Turchia, disinfettati in Sudafrica e marmorizzati in Argentina.

Però, per il momento, di questi tagliaunghie neanche l’ombra: manca la Logistica, dicono. Cosa fa il Governo? E allora, vogliamo far circolare ‘ste Merci? Quand’è che finalmente verrà attivato un Ponte Aereo Asia-Europa-Africa-Sudamerica? E poi, il relativo mega-aeroporto superinternazionale postelegrafonico necessario opinabile, glielo vogliamo fare al ridente paesino di quasi montagna? Ma devo essere io a dirtelo? Dobbiamo aspettare che ai poveri abitanti dei Paesini di Montagna gli si incarniscano le unghie dei ditoni?

Poi glielo paghi tu, Governo, il podologo all’abitante del Paesino di Montagna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.