Le Città Invivibili n.2

Cerco un centro senza PM10 pemanente

Il viandante che arrivi nella città di Perelia da distante la vede con le sue mura scintillanti, le sue cupole ricoperte di smalti e lapislazzuli, i suoi grattacieli di specchi e le antenne transoceaniche. Uno Zeppelin è appena attraccato a uno di quei alti pennoni.

Ma quando di avvicina il pellegrino in realtà si accorge delle grandi crepe nelle mura stinte, della cartapesta delle chiese abbandonate. I fulgidi grattacieli sono in realtà ciminiere puzzolenti.

Quando il viandante ormai varca porta delle mura luride lorde di piscio, il disinganno è completo e la delusione è tanta: in realtà Perelia è una città di catapecchie pulciose, tutto è cadente e marcio, e lo Zeppelin lassù è solamente una nube di Policloroetano Puteolante, un grosso siluro di sterco gassoso che tutto sovrasta.

Perelia città ingannatrice, oppure il viaggiatore deve smetterla con gli stupefacenti giamaicani?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.